Il sigillo di Anubis: il segreto del faraone dimenticato

Un regno millenario, tre pretendenti alla corona.
E un segreto custodito dal dio dei morti.

Disponibile in formato ebook e cartaceo su Amazon

ISBN ebook: 978-1-922474-07-0

ISBN cartaceo: 978-1-922474-06-3

Editore: Mango Hill Books

3,99
12,99
Coloro che sono guidati dagli Dei non possono perdersi. A coloro i quali essi vieteranno il passaggio non saranno in grado di attraversare il fiume della vita.
Massime di Ptahhotep (V dinastia, ca. 3000-2500 a.C.)
TRAMA

Sulle tracce della spedizione dell’inviato reale, Nimaat si spinge fino ai confini del Paese delle Due Terre tra pericoli, pirati del Grande Verde e incontri inaspettati. Scoprirà che l’uomo che ama sta viaggiando con il seguito di un principe straniero che marcia su Uaset, ultima speranza di salvezza della regina Ankhesenamon.

Ma né Horemheb né Ay intendono restare a guardare i loro progetti svanire.

Mentre diverse pedine si stanno muovendo in una partita per il trono che nessuno è disposto a perdere, Nimaat si troverà a lottare per proteggere il più oscuro segreto della Necropoli, dibattuta tra la fedeltà alla casa reale e la salvezza della vita del padre. 

ESTRATTO

Ay emise un lungo sospiro.

«Pronto o meno, le spoglie di Tutankhamon saranno tumulate lì» dichiarò, alzandosi in piedi e sancendo così la fine dell’incontro.

«Ma eccellentissimo» provò a protestare ancora Maya. «Le pareti sono spoglie: non ci sono i dipinti funerari per guidare il viaggio dell’Osiride nell’Aldilà! Non possiamo…»

«Li farete eseguire questa notte, contemporaneamente al funerale: è sufficiente che venga completata la camera sepolcrale. Se la tomba non è così grande, come avete detto, per la squadra di Mresankh non sarà un problema. E ora sbrigatevi, tutti quanti.»

Ay si avviò verso l’uscita posteriore della sala del trono, ma si arrestò dopo pochi passi, girandosi a guardarmi.

«Ah, Nimaat, spero abbiate anche solo un briciolo del talento di vostro padre perché questo è il momento di dimostrarlo: Maya mi ha riferito che nel sepolcro originario ha trovato dei dipinti iniziati da voi, senza autorizzazione. Se aspiravate tanto a dipingere una tomba reale, ebbene, ora vi concedo di farlo. In una sola notte. Vedete di non deludermi: temo non disporre più di molta pazienza.»

Mi inchinai profondamente, con il cuore in gola, mentre il ti-atj lasciava la stanza seguito da Neferu e le altre guardie reali.

Allora era vero che quando gli dei volevano punirci esaudivano i nostri desideri.

Il ritmo è incalzante e non lascia spazio a momenti di noia, gli eventi si susseguono uno dietro l’altro trascinandoci negli intrighi di corte. L’ambientazione ricca di dettagli e la magia che l’Egitto emana da secoli sono in grado di far rivivere quei tempi così lontani. La bravura di Isabel, che mi era già nota negli altri romanzi, è sempre evidente, sia per la sua attenzione ai dettagli sia per la capacità di mescolare fatti e personaggi reali con quelli di sua invenzione, rendendo il tutto talmente omogeneo che non saprei distinguere ciò che è fittizio o meno.
Septem Literary
Blog letterario

Additional information

Formato

Ebook, Cartaceo

Category
Tags , , , , ,